Il fantasma Marino e Giachetti non vola: il sondaggio che fa tremare il Pd

image

Il voto nella capitale si avvicina e il Pd trema. Perché i candidati forti ‘non tirano’ e l’ala sinistra è in fibrillazione. In campo per le primarie i candidati ci sono: Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera; Roberto Morassut, ex assessore all’urbanistica nella giunta Veltroni; Stefano Pedica; Domenico Rossi, sottosegretario alla difesa e Gianfranco Mascia, portavoce dei Verdi. L’ex sindaco Ignazio Marino nel frattempo parla di farsa e dichiara che non voterà il 6 marzo, mentre l’ex viceministro Stefano Fassina continua la sua corsa in solitaria e guarda con interesse all’operazione dell’ex sindaco e della sua Leopolda Marziana.

Da giorni si rincorrono “sondaggi choc” (noi ne abbiamo parlato qui e qui) che delineerebbero una situazione non proprio facile per il centrosinistra e Matteo Renzi che punterebbe tutto su Roberto Giachetti. L’ultimo, come anticipato dal quotidiano La Repubblica, e condotto da Izi spa su un campione di 1011 elettori di centrosinistra, darebbe in vantaggio proprio il vicepresidente della Camera con il 25,8%: solo un elettore su quattro metterebbe la sua ‘x’ sull’uomo di Renzi. Seguito poi da Marino con il 18%. Morassut sarebbe al 6% mentre Fassina al 14,3%. Secondo questo sondaggio, però, il 32,5% ha dichiarato che non voterà nessuno dei principali sfidanti al Campidoglio e proiettando il dato di Giachetti sull’intero corpo elettorale, il suo risultato non supererebbe il 12%.

Non proprio un inizio tranquillo di campagna elettorale per il Partito democratico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *