La crisi di giunta non tocca Raggi, su facebook sentiment positivo. Un coro in sostegno della sindaca

(Dal blog su RomaToday)

Il caos scatenato dalle dimissioni dell’assessore Paola Muraro e dell’arresto di Raffale Marra non destabilizzano i sostenitori dell’inquilina del Campidoglio. Abbiamo analizzato oltre 1500 commenti sulla sua pagina, ecco cosa scrivono gli utenti del social di Zuckerberg

 
“Avanti, siamo con te”, dicono gli utenti che, sui social, commentano le azioni della prima giunta M5s al Campidoglio. Il cambio di passo di Virginia Raggi passa da Facebook?

La sindaca, dopo l’arresto dell’uomo di fiducia Salvatore Marra e le dimissioni di Paola Muraro, l’assessora all’Ambiente di Roma Capitale, sceglie il social di Zuckerberg per comunicare ai cittadini un “nuovo slancio” (come lei stessa l’ha definito) per la città. La scelta del titolare alla Cultura, Luca Bergamo, come vicesindaco dopo la fuoriuscita di Daniele Frongia, e la nomina di Pinuccia Montanari, con un passato nelle amministrazioni di centrosinistra, ha scatenato sostenitori e detrattori del primo cittadino e della sua amministrazione a Cinquestelle; in questi giorni, nel pieno di una crisi che pare non riuscire a risolvere. Come l’ultima tegola sul Bilancio, bocciato dai revisori.

Prima di quest’ultimo scivolone; abbiamo, così, analizzato 1654 commenti sotto il suo post sull’obbligato rimpasto di giunta, realizzando un grafico che mette a confronto dieci categorie, che racchiudono per temi i commenti degli utenti.


Il risultato dimostra che, per la maggior parte, si tratta di sentiment positivo verso Virginia Raggi, più del 50% dei commenti contengono attestati di stima per la sindaca, incoraggiamenti a continuare la sua azione (“Vai avanti… siamo con te!”).

Le nomine di Bergamo e Montanari, raccolgono poco più dell’1% dei commenti e sono per la maggior parte positivi. Mentre le nomine sbagliate fino allo scandalo Marra coinvolgono l’11,92% delle critiche al post della Raggi così come il tema delle elezioni prima della scadenza naturale del mandato dopo sei mesi di immobilità, ha attirato più del 20% degli utenti.

La comunicazione unidirezionale, tesa all’autopromozione; le conferenze stampa annunciate, senza la possibilità per i giornalisti presenti di fare domande; Facebook e Twitter usati senza alcun segno di interazione con gli utenti/elettori, che non vedono mai una conversazione con la sindaca; hanno ricevuto le critiche del 3,79% dei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *