Roma, testa a testa tra Pd e M5S

Roma

Tra poco più di tre mesi, Roma si sveglierà con un nuovo sindaco. Un sondaggio condotto da Scenari Politici per Huffington Post su un campione di 400 casi rappresentativi, mostra il testa a testa tra Pd e M5S nelle intenzioni di voto. Il partito di Matteo Renzi, alle prese con le primarie che si svolgeranno il 6 marzo, sarebbe al 28,6%; mentre i grillini seguirebbero con il 27,6%.

Fratelli d’Italia è il primo partito di centrodestra nella Capitale con il 12,3%, seguono Forza Italia al 7,7% e Lega Nord al 4,1%. Se solo i partiti che formavano il Pdl si presentassero uniti alle elezioni comunali, la coalizione raggiungerebbe il 27% ma sembra difficile che la frammentazione si ricompatti prima del voto. Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e Ncd sono orientati a convergere su Alfio Marchini; mentre Gianfranco Rotondi, deputato di Forza Italia e leader di Rivoluzione Cristiana, oggi su Il Tempo, ha dichiarato che Guido Bertolaso, ex capo della Protezione civile e scelto dalla triade Berlusconi-Salvini-Meloni, sarebbe un candidato debole per il centrodestra: preferendogli, così, Francesco Storace, consigliere regionale e leader de La Destra.

Oggi dovrebbe essere il turno del Movimento di Grillo. I militanti romani, circa 9500, visioneranno i profili dei 209 candidati alle “Comunarie” che si svolgeranno in due fasi, finché non rimarrà il candidato sindaco. I nomi di punta restano quelli dei due ex consiglieri comunali Marcello de Vito e Virginia Raggi, capaci di raccogliere stime anche nel centrodestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *