Prima Milano, ora Roma: cinesi pronti a votare. Sul bilancio delle preferenze possono contare

I numeri parlano. E tanto. Così la bufera sulla comunità cinese che ha votato alle primarie milanesi, lo scorso weekend, per scegliere il candidato sindaco a palazzo Marino, si risolve in una cifra: 1,5%. Su 60mila votanti, solo uno su 10 era originario della Cina. Non tanti da essere decisivi nella vittoria finale di uno Leggi di piùPrima Milano, ora Roma: cinesi pronti a votare. Sul bilancio delle preferenze possono contare[…]